• caratteri
  • Libro
  • Testi
  • atelier-tipografico

Le «Viale dei Canti» de Paris en caractère Tallone

INAUGURATION: jeudi 26 mai, 18h.

Le mur de l'Hôtel de Galliffet, maison de l'Institut Italien de Culture, se transforme en oeuvre d'art.

   À partir du 26 mai 2016, les vers du célèbre poème de Giacomo Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dell'Asia, et quatre compositions lyriques des poètes Alfonso Gatto, Leonardo Sinisgalli, Lorenzo Calogero et Bartolo Cattafi seront gravés en caractère Tallone sur le mur de l'Hôtel Galliffet, qui côtoie l'entrée sur la rue de Grenelle.

   Giuseppe Caccavale réalisera cette oeuvre d'art en collaboration avec ses anciens élèves de l'École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs de Paris, en employant l'ancienne technique d'art mural du «spolvero». Exceptionnellement, il utilisera pour l'occasion les caractère Tallone dessinés par l'éditeur Alberto Tallone, gravés à la main par Charles Malin à Paris et fondus par Radiguer.

   Dotation exclusive de la Maison d'Edition Tallone, il a été concédé par Enrico Tallone à l'Institut pour le Viale dei Canti, en tant que symbol du style italien et trait-d'union entre l'Italie et la France. Ce caractère, dans ces formes, tend à résumer tous les grands classiques, dans leurs mérites et leurs emplois, depuis le Garamond et le Fournier, jusqu'au Bodoni de Parme et au Didot. A travers ce caractère, Alberto Tallone voulut créer un Elzévir privé de toute fioriture, qui donnat des pages blondes, unies, où rien ne fît distraire l'oeil entre le signe et la pensée des grands écrivains.

   Pour accompagner le visiteur dans ce voyage à travers l'art et le temps, le compositeur Stefano Gervasoni insérera dans le mur un « sillon sonore » avec la voix de la mezzo soprano Monica Bacelli.

 

 

Presentazione de "Le Avventure di Pinocchio"

Martedì 17 maggio, ore 20.45

Centro Congressi Unione Industriale, Via Vela 15, Torino

Intervengono:
Chicca Morone, presidente dell'Associazione culturale Il Mondo delle Idee, che ha promosso questo incontro;
Pierfrancesco Bernacchi, direttore della Fondazione Collodi;
Roberto Cena della Libreria Antiquaria Il Cartiglio di Torino;

Elisa e Eleonora Tallone

INGRESSO LIBERO

 

 

Bruxelles - In mostra l'edizione realizzata con l'artista Claudio Parmiggiani.

Studio Claudio Parmiggiani è lieto di invitarvi all'inaugurazione della prossima mostra alla Galleria Meessen De Clercq, Bruxelles.

Inaugurazione:
 14 aprile 2016, h 18.

Nell'occasione, sarà esposta l'ultima creazione di Claudio Parmiggiani, realizzata in collaborazione con l'Editore Tallone. Un'edizione esclusiva, tirata in soli 60 esemplari, composta a mano e stampata al torchio a braccia Stanhope, contenente un testo inedito di Jean-Luc Nancy e 6 incisioni originali di Parmiggiani.

 

 

 

Evento a Lugano - La politesse gourmande. Presentazione del nuovo "Manuel des Amphitryons"

Martedì 19 aprile 2016, ore 18.30

Presso la Fattoria Moncucchettovia M. Crivelli Torricelli 27, 6900 Lugano 

Costo della serata con standing dinner Frs. 70.-

RSVP entro giovedi 14 aprile 2016 all'indirizzo  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  

   
    Come in un salotto ottocentesco,
si conversava di letteratura, scienza o politica, anche con qualche pettegolezzo mondano, accompagnati da buon cibo in un rinnovato clima conviviale, a Moncucchetto incontreremo Elisa e Eleonora Tallone, dell'omonima casa editrice fondata a Parigi nel 1938, che racconteranno la passione e la scelta di caratteri, inchiostri, e carte per la realizzazione di una edizione d'arte di un testo fondamentale della civiltà del convivio e della gastronomia occidentale del 1808: il Manuel des Amphitryons di Grimod de la Reynière, il gastronomo per eccellenza, un buongustaio eccentrico che ha attraversato una fase cruciale della storia europea, quella segnata dai grandi sconvolgimenti economici, sociali e politici, e dai grandi cambiamenti gastronomici.

    Una serata come lo spaccato di un'epoca, ricca di novità gastronomiche e di annotazioni sociali, per scoprire come si riceveva e cosa si mangiava nell’Europa del buon gusto, caratterizzata da un romanticismo fatto di raffinatezza, garbo, galanteria e non solo! 

 

 

Eventi di Marzo

 

MILANO19 e 20 marzo, dalle 10 alle 18

PER I 50 ANNI DEL PRIMO GRANCODA TALLONE

Il 19 e 20 marzo, durante le Giornate di Primavera FAI, verrà presentato a Milano il primo pianoforte grancoda Tallone, di proprietà della Gioventù Musicale d’Italia, in concomitanza con i festeggiamenti per i 50 anni di vita dello strumento e la conclusione del recente restauro realizzato dall’Associazione Italiana Accordatori Riparatori Pianoforti.

INGRESSO LIBERO e VISITA GUIDATA. Maggiori informazioni qui.

Proseguendo sulla scia del lavoro intrapreso l’anno scorso, che ha visto l’apertura di beni legati anche al patrimonio più strettamente musicale (Archivio Ricordi), quest’anno la Gioventù Musicale d’Italia ha accettato la sfida di dare ‘voce’ a Cesare Augusto Tallone e alla sua poetica del ‘suono italiano’.

Il duplice scopo della manifestazione è quello di sensibilizzare i cittadini alla tutela e diffusione del patrimonio italiano e della cultura, e raccogliere allo stesso tempo delle donazioni per poter far fronte in maniera concreta a questa missione.

 

VERONA19 marzo, ore 17

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

In occasione della XV edizione della Giornata Mondiale della Poesia, l'editore Tallone, sponsor della manifestazione, espone le proprie edizioni.

INGRESSO LIBERO. Maggiori informazioni qui.

 

VINCI20 marzo, ore 15.30

"I Tallone a Vinci. Tra produzione editoriale e legami familiari"

INGRESSO LIBERO. L'incontro si terrà alla Biblioteca Leonardiana.

 

PADOVA20 marzo, ore 11.30

Nell'ambito della mostra Edoardo Fontana Xilografie, l'editore Tallone presenta "Le Avventure di Pinocchio".

Clicca qui per l'invito e l'incisione originale realizzara da Edoardo Fontana per l'edizione Tallone.

 

 

 

ALDO MANUZIO IN AMBROSIANA - Visita guidata da Enrico Tallone e Marina Bonomelli

Mercoledì 24 febbraio, ore 18.00

Biblioteca e Pinacoteca Ambrosiana - Piazza Pio XI, 2

Presentazione del catalogo della mostra e, a seguire, visita guidata da Enrico Tallone e Marina Bonomelli.

Nella ricorrenza del quinto centenario della scomparsa di Aldo Manuzio, la Biblioteca Ambrosiana espone una significativa selezione della sua collezione composta da ben 296 aldine. A corredo dei capolavori aldini, l’editore Tallone espone gli antichi strumenti tipografi originali per l'incisione, la fondita e la composizione dei caratteri, insieme ad alcune edizioni composte a mano con i caratteri corsivi disegnati da Alberto Tallone, che testimoniano la continuità della tradizione della chiarezza tipografica latina nel nuovo millennio.

Guarda il trailer del documentario girato presso l'atelier Tallone. Maggiori informazioni qui.

La mostra rimarrà aperta fino al 28 febbraio.

 

 

Dove nascono i libri stampati come ai tempi di Gutenberg

di Federico Taddia - La Stampa - 31 gennaio 2016.

 

Ad Alpignano la tipografia più antica del mondo usata dalla casa editrice Tallone. 
LEGGI QUI L'ARTICOLO.

 

Novità pubblicata: il "Manuel des Amphitryons" di Grimod de la Reynière

« Ouvrage indispensable a tous ceux qui sont jaloux de faire bonne chère, et de la faire faire aux autres »

Testo fondamentale della civiltà del convivio e della gastronomia occidentale, il Manuel des Amphitryons fu scritto negli anni dell'Impero, quando a Parigi le Arti, le Scienze e le Lettere tornarono, dopo il Terrore, ad attingere energie nelle colte riunioni corroborate da grandi cucine private e "restaurants".
Scritto da uno dei fondatori della moderna gastronomia occidentale, il volume in lingua francese, con saggi di Armando Torno e Gérard Roero di Cortanze, è stato tirato in 320 esemplari numerati su carte a mano di puro cotone Magnani e Fabriano.

Immagini dell'edizione visibili qui.

Attraverso i 360.000 caratteri Caslon originali impiegati nella composizione a mano durata molti anni, quest'edizione rappresenta un primato dell'editoria contemporanea. L'iniziativa e le carte italiane, il testo francese, gli inchiostri tedeschi e i caratteri inglesi, uniscono in quest'opera brillante l'Europa del sapere e del fare.

Sono stati impressi 320 esemplari numerati al torchio e così ripartiti: 200 copie su carta vergata crème e 72 su carta velina avorio di puro cotone della cartiera Magnani di Pescia numerate in cifre arabe; 48 copie ripartite tra carte al tino e à la forme ronde di puro cotone prodotte a Fabriano e a Pescia, numerate in cifre romane.

Le 18 tavole, incise sul modello dei rami originali, sono state realizzate dall'Incisoria Baroli di Milano.

Prezzo: a partire da 480 €.

 

 

Talismani dell'editoria: i Tallone e gli scrittori del Novecento

L'ARCHIVIO DEL NOVECENTO DELL'EDITORE TALLONE PER LA PRIMA VOLTA ESPOSTO NELLE NUOVE SALE "SPAZIO900" DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE DI ROMA.

CHIUSURA ESTIVA FINO AL 15 SETTEMBRE.

Inaugurazione: mercoledì 17 giugno, ore 17.00
La mostra rimarrà aperta fino al 30 settembre 2015.

Apri l'invito.

Alberto Tallone è uno dei più raffinati editori del Novecento, creatore di un'impresa simbolo dello stile italiano che, di fronte a un'editoria di massa, si è affermato nel corso dei decenni per l'eleganza ed essenzialità della veste tipografica, per le tirature limitate, per i testi composti a mano su carte di pregio.
La Biblioteca Centrale Nazionale di Roma, nel quinto centenario della morte di Aldo Manuzio (1515-2015), gli dedica una mostra proponendo per la prima volta al pubblico il tema del rapporto dell'editore con gli scrittori moderni e contemporanei, esponendo autografi, documenti inediti, lettere, bozze di stampa provenienti dal ricchissimo archivio della famiglia Tallone.
Lungo il viale alberato che porta all'abitazione-atelier dei Tallone sono passati scrittori, intellettuali, artisti, studiosi. Nei primi decenni del secolo scorso, ancor prima della nascita della Casa Editrice, passano di lì figure quali Sibilla Aleramo e Dino Campana. Nel 1960, con il trasferimento ad Alpignano della casa editrice fondata a Parigi, si intensificano i contatti con gli autori contemporanei, pronti a pubblicare i propri inediti o ad offrire la loro penna per le edizioni dei classici della letteratura. Si passa attraverso Guido Gozzano, Gian Pietro Lucini, Eugenio Montale e si arriva agli anni più recenti con Attilio Bertolucci, Mario Luzi, Alda Merini, Eugenio De Signoribus. Numerosi divengono gli incontri, i progetti, le edizioni, e le scelte editoriali cadono spesso sulla poesia, che permette all'editore-stampatore di sbrigliare la propria creatività nella composizione e impaginazione del testo.
I rapporti sono anche con gli scrittori stranieri: primo tra tutti, il più significativo e duraturo, quello con il premio Nobel Pablo Neruda. Ma continui si rivelano anche i contatti con studiosi e critici letterari: è il caso di Enrico Falqui, abile promotore delle edizioni Tallone nell'ambiente romano e prezioso consulente editoriale per gli scrittori contemporanei, il cui fondo di edizioni Tallone è esposto in mostra.


NEL SEGNO DI ALDO - Le edizioni di Aldo Manuzio

30 OTTOBRE 2015 - 16 GENNAIO 2016

Inaugurazione giovedì 29 Ottobre, ore 16 - Biblioteca Universitaria, Via Zamboni, 35, Bologna

 

APRI L'INVITO.

 

La mostra racconta gli elementi principali che hanno garantito la fama del celebre marchio di Aldo Manuzio (morto nel 1515), tra i più noti editori d’ogni tempo, nella ricorrenza dei 500 anni dalla morte. Il visitatore potrà comprendere, attraverso il percorso realizzato esponendo tutte le aldine conservate nella Biblioteca Universitaria di Bologna, come la fortuna di una firma editoriale, nata tra Quattro e Cinquecento, abbia attraversato i secoli dell’Europa moderna. 

 

A cura di Alberto Tallone Editore sarà inoltre esposta la filiera completa degli strumenti originali, simili a quelli utilizzati dall’incisore bolognese Francesco Griffo (che a fine Quattrocento per Aldo inventò il carattere corsivo), atti all'incisione e alla fondita dei caratteri; vi saranno accostate, inoltre, alcune edizioni Tallone, che hanno riproposto titoli editi da Manuzio, quali la Commedia dantesca e il De Aetna di Pietro Bembo.

 

Il percorso espositivo, sorretto dall’indagine scientifica a identificare nella Biblioteca tutte le edizioni di Aldo in essa conservate, intende raggiungere anche una finalità didattico-divulgativa. Nei materiali esplicativi si farà particolare attenzione a chiarire i termini tecnici e specialistici allo scopo di descrivere il contributo di Aldo alla storia della stampa e dell’editoria, così da renderlo comprensibile anche a un pubblico non esperto.

 

Info:  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  Tel. 051 2098550; 051 2088300

 

 

 

CIVILTÀ DI CARTA – Le più belle carte giapponesi e europee degli ultimi secoli mostrate dal vero e illustrate dall'editore Enrico Tallone

Sabato 19 settembre 2015, ore 17 - VILLA CECCATO, Montecchio Maggiore (VI)

«Il più grande compito ed elevato orgoglio per chi nasce in Giappone è quello di far prosperare e diffondere nel mondo l'arte della carta». Così come i caratteri mobili eran già usati in Oriente prima di Gutenberg, anche la carta ci giunse dall'Asia dove, utilizzando fibre vegetali diverse dalle nostre (dal bambù al gelso), essa ha toccato i più alti vertici di raffinatezza e lievità.

L’editore Enrico Tallone accompagnerà coloro che avranno il piacere di scoprire la storia della più duratura e sensorialmente appagante superficie scrittoria inventata dall’uomo in un viaggio lungo cinque secoli nel mondo delle carte europee e giapponesi.
Per l’occasione, a Villa Ceccato, saranno esposte intonse e nei formati originali le più prestigiose carte a mano del Giappone protagoniste della bibliofilia più esclusiva degli ultimi due secoli, unitamente ad alcune edizioni Tallone stampate su queste carte. Leggi il comunicato.

Villa Ceccato ospita in contemporanea la mostra PARAVENTI GIAPPONESI - Natura, Pittura e Poesia, inaugurata il 5 settembre e visitabile fino al 4 ottobre 2015, che permette di ammirare nelle sale della Villa alcuni pregiati paraventi del periodo Edo (1615-1868). Maggiori informazioni qui

 

 

Il Coro dei Piccoli Cantori da Tallone per l’inno alla stampa a caratteri mobili, la rivoluzione che segnò l'inizio dell'era moderna

A SONG CELEBRATES MOVEABLE TYPE PRINTING, THE INVENTION WHICH MARKED THE BEGINNING OF MODERN AGE. Filmed at the Tallone printing-house.

 GUARDA IL VIDEO QUI / WATCH THE VIDEO HERE.

Il brano è parte di una nota opera dell'autore inglese contemporaneo Bob Chilcott: "I 5 giorni che cambiarono il mondo", primo dei quali è appunto il giorno dell'invenzione della stampa.
Il motivo principale cantato dal Coro dei Giovani Cantori di Torino è costituito da 9 parole in cui compaiono tutte le lettere dell'alfabeto: The quick brown fox jumps over the lazy dog.
Questa frase, piuttosto conosciuta nel mondo anglofono, viene spesso utilizzata per il collaudo delle tastiere e altri strumenti dove sono presenti tutte le lettere dell'alfabeto inglese.

Con la regia di Mattia Bena, si è voluto creare un connubio tra il coro e una delle più antiche e prestigiose case editrici del mondo come dialogo tra le arti, fondendo la passione per la letteratura e il canto, sullo sfondo di una tradizione “artigianale” di eccellenza.


The main theme sung by the choir is made up of 9 words which comprehend all the letters of the alphabet: The quick brown fox jumps over the lazy dog. It is part of a work by composer Bob Chilcott, which is entitled "The five days which changed the world", and the printing revolution is first in the list.
 

 

 

 

A Gubbio, con i Bibliofili Affamati

Forum Bibliofili Affamati - Biblioteca Sperelliana di Gubbio, il 16 e 17 ottobre.

Nell'occasione, saranno esposti il Manuale Tipografico IIII, contenente oltre 100 reperti originali delle più belle carte, filigrane e inchiostri utilizzati nell'Editoria di pregio dal XV secolo ad oggi, e Le avventure di PInocchio, composta a mano con 420.000 caratteri tra quelli in dotazione nell'atelier particulier settencentesco della casa editrice, il più antico in Europa in funzione.

 

 

Pinocchio nel Borgo e nel Castello di Castiglione del Terziere

GUARDA IL VIDEO DELL'EVENTOtenutosi il 1° agosto 2015 a Castiglione del Terziere in Lunigiana.

     Nell'anno del V Centenario di Aldo Manuzio, principe della stampa, il Castello e la sua straordinaria biblioteca di incunaboli e prime edizioni, raccolta con una dedizione e un rigore filologico senza paragoni da Loris Jacopo Bononi, celebrano l'arte tipografica ospitando la presentazione del nuovo capolavoro dell'Editore Tallone, Le Avventure di Pinocchio, interamente composto a mano con ben 420.000 caratteri sbalzati a mano su punzone e impresso su sei carte di altissimo pregio artigianale prodotte nei pressi di Collodi, luogo d’origine della famiglia dell’autore, che proprio della località mutuò il suo pseudonimo.

 

   Il Castello, situato nel cuore della Lunigiana dove nel Quattrocento la stampa era già fiorente otto anni prima che quest'arte giungesse a Londra, ospita nella sua prestigiosa biblioteca anche un'ampia collezione delle edizioni Tallone, che saranno anch'essi in mostra.

   Tra le sei carte su cui è impresso il Pinocchio, figura anche quella, oggi introvabile, che fu prodotta nel 1966 per restaurare i volumi antichi sommersi dall'Arno. L’editore ha dedicato i soli cinque esemplari impressi su questa carta agli “angeli del fango”, i volontari giunti da tutto il mondo per salvare i libri dall’alluvione. La presentazione, dedicata a questo nuovo Pinocchio slanciato e dalla forte identità, vuole essere un omaggio al Collodi che, infischiandosene di tutti i vincoli e i formalismi, sgombrò il campo dalla vecchia pedagogia barbosa e pedantesca, rinnovando la letteratura per l’infanzia (e non solo).

Per conoscere meglio il Castello, guarda qui il video.

   

"Il bene della parola: la casa editrice Tallone" - di Luisa Giacoma

Le peculiarità della Casa editrice Tallone illustrate dalla professoressa Luisa Giacoma in occasione dell'incontro "L'italiano e i suoi sconfinamenti. Il bene della parola" –  Concorso Lingua Madre al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Guarda il filmato qui

 

 

Exposition Tallone à Paris 6-20 octobre

Chez l'INSTITUT ITALIEN DE CULTURE, rue de Grenelle 73, Paris.

CLIQUEZ POUR VOIR L'INVITATION.

PHOTOS DE L'INAUGURATION ICI.

 

Page 1 of 4