• caratteri
  • Libro
  • Testi
  • atelier-tipografico

Novità pubblicata: il "Manuel des Amphitryons" di Grimod de la Reynière

« Ouvrage indispensable a tous ceux qui sont jaloux de faire bonne chère, et de la faire faire aux autres »

Testo fondamentale della civiltà del convivio e della gastronomia occidentale, il Manuel des Amphitryons fu scritto negli anni dell'Impero, quando a Parigi le Arti, le Scienze e le Lettere tornarono, dopo il Terrore, ad attingere energie nelle colte riunioni corroborate da grandi cucine private e "restaurants".
Scritto da uno dei fondatori della moderna gastronomia occidentale, il volume in lingua francese, con saggi di Armando Torno e Gérard Roero di Cortanze, è stato tirato in 320 esemplari numerati su carte a mano di puro cotone Magnani e Fabriano.

Immagini dell'edizione visibili qui.

Attraverso i 360.000 caratteri Caslon originali impiegati nella composizione a mano durata molti anni, quest'edizione rappresenta un primato dell'editoria contemporanea. L'iniziativa e le carte italiane, il testo francese, gli inchiostri tedeschi e i caratteri inglesi, uniscono in quest'opera brillante l'Europa del sapere e del fare.

Sono stati impressi 320 esemplari numerati al torchio e così ripartiti: 200 copie su carta vergata crème e 72 su carta velina avorio di puro cotone della cartiera Magnani di Pescia numerate in cifre arabe; 48 copie ripartite tra carte al tino e à la forme ronde di puro cotone prodotte a Fabriano e a Pescia, numerate in cifre romane.

Le 18 tavole, incise sul modello dei rami originali, sono state realizzate dall'Incisoria Baroli di Milano.

Prezzo: a partire da 480 €.