• caratteri
  • Libro
  • Testi
  • atelier-tipografico

Visit our new Online Shop

CLICK HERE to visit our new Online Shop in ENGLISH

ACCEDI QUI al nostro nuovo negozio online in ITALIANO

 

 

Mostra Tallone a Pistoia, città Capitale della Cultura 2017 – Una storia di cultura e di arte tipografica

Biblioteca San Giorgio di Pistoia, 1-24 settembre 2017

Venerdì 1 settembre, ore 17.00 – Auditorium Terzani
Inaugurazione della mostra e presentazione della Donazione Annapaola Campori Mettel

Interventi di: Enrico Tallone, Paolo Mettel, Armando Torno, Carlo Carena

   Venerdì 1 settembre alle ore 17, in Auditorium Terzani, verrà infatti inaugurata la mostra “Alberto Tallone Editore: una storia di cultura e di arte tipografica” e contestualmente verrà ufficialmente presentata alla cittadinanza la Donazione Annapaola Campori Mettel, di cui si è tanto parlato in questi mesi, per la quantità, il valore e la bellezza del patrimonio bibliografico acquisito dalle biblioteche pistoiesi grazie al gesto di generosità della benefattrice svizzera di origine toscana.
Oltre a quelli di Enrico Tallone e Paolo Mettel, contribuiscono a sottolineare il prestigio dell’evento gli interventi di due figure di spicco della cultura italiana contemporanea come Armando Torno e Carlo Carena.

   Saranno esposte una trentina di opere di una delle più longeve e prestigiose realtà italiane in campo editoriale, celebre per aver riunito la figura dell'editore e dello stampatore, secondo il concetto della bottega rinascimentale. In mostra anche una serie di caratteri e strumenti tipografici dell’Atelier Tallone.
Le opere esposte spaziano dalla filosofia greca agli autori latini, dai poeti e pensatori medievali, rinascimentali e illuministi fino agli autori moderni e contemporanei stampati in prima edizione. Opere ancor più impreziosite dalle legature che si possono ammirare tra gli esemplari in esposizione. La mostra, curata da Elisa ed Eleonora Tallone, è allestita con il materiale tipografico dell'atelier Tallone e della Collezione Annapaola Campori Mettel.

 

 

Novità - QOHÉLET (L'Ecclesiaste)

Nuova e definitiva traduzione di Guido Ceronetti dall'Ebraico. The Old Testament's Ecclesiastes in a new translation, from Hebrew to Italian, by Guido Ceronetti, which is the result of 60 years of studies.

Immagini qui.

Guido Ceronetti realizza per i tipi talloniani una nuova e definitiva traduzione di questo fondamentale libro dell'Antico Testamento, da lui studiato e tradotto per oltre sessant'anni.

Il volume comprende tre saggi introduttivi di Guido Ceronetti.

Volume in formato quarto (cm21x34) di 104 pagine composte a mano con i corsivi corpo 20 incisi da William Caslon. Il Caslon è un classico senza tempo da sempre in uso presso l'atelier tipografico della Casa Editrice, fondato nel secolo XVIII a Dijon.

Tiratura di 188 esemplari numerati, impressi su carte Magnani e Fabriano di puro cotone. Di essi, alcuni esemplari includono 13 incisioni originali policrome, appositamente realizzate da Mimmo Paladino per questa edizione.

 

 

Columbia University: "Tallone Editore: perpetuating the tradition of excellence of the Aldine Press and Bodoni"

March 27th, 2017 - 6 p.m., at the Italian Academy of the Columbia University.

Symposium on the occasion of the donation of a complete collection of Tallone books to Columbia University. Images and details here.

 

 

JEAN-LUC NANCY publié par Tallone

La parution de l’ouvrage "Stabat Mater. Dies Iræ. Deux contrepoints" de Jean-Luc Nancy, publié par Alberto Tallone Editore en édition limitée de 60 exemplaires composés à la main, et illustré des gravures originales de Claudio Parmiggiani, est un événement à la fois philosophique, artistique et éditoriale.

Ici, extrait vidéo de la conférence qui a eu lieu à l'Institut culturel italien de Paris avec Jean-Luc Nancy, Enrico Tallone, Fabio Gambaro, Emanuele Coccia le 24 janvier 2017.

 


LIBROINFINITO Abecedary Book, by Giulio Iacchetti and Tallone press

November 17th, 6 p.m.
at Boutique Fabriano, via Ponte Vetero 17, Milano.

   «I only briefly looked into the vertiginous wisdom of the publishing house Tallone, inside the world of letterpress printing, made of movable foundry types, exclusive and original fonts, beautiful papers, ink shades and handmade binding. All this was enough to under stand that the result of this incredibile craftsmanship, the book made in Tallone, could no longer be ridde in a book case, next to other books, perhaps even anonymous or industrial» Giulio Iacchetti

   Libroinfinito is a book designed to occupy a privileged place in homes. Its spine lies in the center of the object and separates the sheets which makes it into two identical parts, turning it into an "infinite" and circular reading experience. Its content has to be invented, a world to imagine, ordered by an abecedary, whose 26 letters comprehend the whole universe of the thought.

   Set by hand in Tallone and Bembo italic types, Libroinfinito, housed into a special slipcase, is a limited edition of 46 numbered copies. It is at the same time a book and a precious work of art, entirely made in Italy, from the three different papers, handmade by Fabriano, to the design and the making.

 

 

 

Agli Angeli del Fango, nel 50° dell'alluvione di Firenze (4 novembre 1966)

   A coloro che soccorsero la città alluvionata e salvarono dalle acque i preziosi volumi, l'editore Tallone dedica "IL GIARDINO DI POLIPHILO", una pagina dell’Hypnerotomachia Poliphili, tirata in 39 esemplari numerati, con una xilografia originale di Gilbert Poillot.

   Di questi, 10 esemplari sono stampati sull'introvabile carta al tino di puro cotone prodotta subito dopo l'alluvione per restaurare i preziosi volumi danneggiati dalle acque. La filigrana che la contraddistingue raffigura 4 onde, a ricordo della data del 4 novembre, da cui emerge una freccia rivolta simbolicamente verso l'alto. Questa carta fu prodotta a Pescia nell'antico fabbricato quattrocentesco «Le Carte» di proprietà della Magnani, sotto la direzione del "ministro" della cartiera Silvio Vezzani. € 300.

   Maggiori informazioni qui.

 

 

Le Cantine Conterno per il grande anfitrione Grimod de la Reynière

   Barolo producer Roberto Conterno – whose Monfortino réserve is the most famous in the world – hosted the presentation of Tallone's "Manuel des Amphitryons" by Grimod de la Reynière, one of the founders of modern Western gastronomy.

    Leggi articolo Corriere della Sera.
    Venerdì 1° luglio, a Monforte d'Alba, presso le Cantine di Roberto Conterno, uno dei più importanti produttori di Barolo (la sua Riserva Monfortino è la più famosa nel mondo) il grande anfitrione Grimod de la Reynière era presente in spirito tra le meravigliose botti della cantina, in occasione della presentazione della recente edizione Tallone del Manuel des Amphitryons, testo fondamentale della gastronomia occidentale moderna e della civiltà del Convivio, scritto nel 1808, quando a Parigi, Arti, Scienze e Lettere tornarono, dopo il Terrore, ad attingere energie nelle colte riunioni corroborate da grandi cucine private e "restaurants".

   Gli interventi di Roberto Conterno, di Paolo A. Mettel, Elisa Tallone, Armando Torno e Carlo Ossola hanno sottolineato il felice incontro tra Conterno che continua la grande tradizione di mettere in bottiglia un vino fantastico e Tallone che prosegue, ormai unico al mondo, a stampare libri incredibili ed unici composti a mano proprio come il Manuel di Grimod. Il volume, in lingua originale, composto a mano utilizzando 360.000 caratteri Caslon, con saggi di Gérard Roero de Cortanze e di Armando Torno, tirato in 320 esemplari su carta a mano di puro cotone Magnani e Fabriano, rappresenta un primato dell'editoria contemporanea.

    Quest'opera brillante, attraverso l'iniziativa e le carte italiane, il testo francese, i tipi inglesi e l'inchiostro tedesco, unisce l'Europa del Sapere e del Fare, coniugando prestigiose tradizioni tramandate di generazione in generazione che, prescindendo dalle attuali contingenze politiche, rappresentano un patrimonio prezioso, che si è rivelato nella sognante scenografia delle Langhe, incantevole giardino paesaggistico ed enologico del Continente europeo.

 

 

Presentazione de "Le Avventure di Pinocchio"

Martedì 17 maggio, ore 20.45

Centro Congressi Unione Industriale, Via Vela 15, Torino

Intervengono:
Chicca Morone, presidente dell'Associazione culturale Il Mondo delle Idee, che ha promosso questo incontro;
Pierfrancesco Bernacchi, direttore della Fondazione Collodi;
Roberto Cena della Libreria Antiquaria Il Cartiglio di Torino;

Elisa e Eleonora Tallone

INGRESSO LIBERO

 

 

Visita guidata alla casa editrice Tallone

Sabato 19 novembre 2016, 09h30.

Organizzata dall'ente del Turismo della Provincia di Torino.

Andata e ritorno con pulmann da Piazza Castello, Torino.

Per iscrizioni clicca qui.

 

 

L'Editore Tallone presenta "Il Manuel des Amphitryons - L'eleganza a tavola"

Giovedì 9 giugno, ore 18.30

Presso la Libreria Galleria Demetra - Via Fiori Oscuri 3, Milano

Dopo la presentazione in anteprima all’Istituto italiano di Cultura di Parigi, Elisa e Eleonora Tallone racconteranno i materiali e i dettagli della più bella edizione esistente di questo testo, spiegando il galateo secondo Grimod e gli episodi più eclatanti della sua vita eccentrica.

L’Editore Tallone ha voluto rendere omaggio a quest’opera pungente e ironica pubblicandone un’edizione di pregio in tiratura limitatissima che condensa l’Europa del fare e del sapere: ai 360.000 caratteri Caslon inglesi impiegati per la composizione a mano (durata ben dieci anni!), si uniscono le carte artigianali di puro cotone italiane, l’inchiostro tedesco e il testo - ça va sans dire - in lingua francese.

Maggiori informazioni qui.

 

 

Bruxelles - In mostra l'edizione realizzata con l'artista Claudio Parmiggiani.

Studio Claudio Parmiggiani è lieto di invitarvi all'inaugurazione della prossima mostra alla Galleria Meessen De Clercq, Bruxelles.

Inaugurazione:
 14 aprile 2016, h 18.

Nell'occasione, sarà esposta l'ultima creazione di Claudio Parmiggiani, realizzata in collaborazione con l'Editore Tallone. Un'edizione esclusiva, tirata in soli 60 esemplari, composta a mano e stampata al torchio a braccia Stanhope, contenente un testo inedito di Jean-Luc Nancy e 6 incisioni originali di Parmiggiani.

 

 

 

JEAN-LUC NANCY Stabat Mater. Dies Iræ. Deux Contrepoints.

   October 6th, 2016, 18 p.m., at the Ambrosiana Library, Milan. Piazza Pio XI, 2 - Milano

   Interventions by Mons. Franco Buzzi, Prefetto of the Ambrosiana Library, Gaetano Fermani, Claudio Parmiggiani, Jean-Luc Nancy, Enrico Tallone.

   With 6 original etchings by Claudio Parmiggiani.

   60 copies, set by hand and printed on the Stanhope hand press, which includes two inedited poems in French by Jean-Luc Nancy and 6 etchings signed and punched by Claudio Parmiggiani.

   «Les éclats de Claudio jettent le texte dans l'espace, hors du sens, vers le ciel et l'enfer, tandis que les anciennes planches du chant tiennent la basse continue, tout cela dans la stricte élégance des caractères. Ce n'est pas un livre, c'est une méditation partagée». JEAN-LUC NANCY

   This edition, in the folio format, has been printed in 60 numbered copies on pure cotton handmade Magnani paper. The book, of 68 pages, includes 2 inedited poems by French philosopher Jean-Luc Nancy (Bordeaux, 1940), inspired by the Gregorian chants Stabat Mater and Dies Irae, together with 6 original planches by Claudio Parmiggiani (Luzzara, 1943).

   Texts have been typeset by hand in the monumental point 24 Caslon types, punch-cut by hand by William Caslon and cast in the original 18th-century mats. Even the music has been typeset by hand and Tallone Publisher is the only in the world to use the original Gregorian movable types, those punch-cut by hand in the second half of the 19th century by Théophile Beaudoire, and then cast by Deberny in Paris.

   «Hand typesetting of Gregorian chant is the most difficult task for typographers. The extreme precision required to align the complex joint-system of 230 signs, makes Gregorian Chant the hardest endeavour for foundries and hand-setters. These ones especially, not only had to master their technique, but they also needed to own aesthetic understanding, in order to be able to set the texts with types whose proportions had to be commensurate to music notes, as the breadth of each syllable determines the distance between the notes». (ENRICO TALLONE, Manuale Tipografico II. Alpignano, Tallone Publisher-Printer, 2008).

 

 

VIDEO INTERVISTA A ALBERTO TALLONE (1966)

Alberto Tallone spiega il mestiere di editore-tipografo. Progettare il frontespizio di un libro. Vestire la letteratura.

Guarda il filmato qui. 

 

 

Evento a Lugano - La politesse gourmande. Presentazione del nuovo "Manuel des Amphitryons"

Martedì 19 aprile 2016, ore 18.30

Presso la Fattoria Moncucchettovia M. Crivelli Torricelli 27, 6900 Lugano 

Costo della serata con standing dinner Frs. 70.-

RSVP entro giovedi 14 aprile 2016 all'indirizzo  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  

   
    Come in un salotto ottocentesco,
si conversava di letteratura, scienza o politica, anche con qualche pettegolezzo mondano, accompagnati da buon cibo in un rinnovato clima conviviale, a Moncucchetto incontreremo Elisa e Eleonora Tallone, dell'omonima casa editrice fondata a Parigi nel 1938, che racconteranno la passione e la scelta di caratteri, inchiostri, e carte per la realizzazione di una edizione d'arte di un testo fondamentale della civiltà del convivio e della gastronomia occidentale del 1808: il Manuel des Amphitryons di Grimod de la Reynière, il gastronomo per eccellenza, un buongustaio eccentrico che ha attraversato una fase cruciale della storia europea, quella segnata dai grandi sconvolgimenti economici, sociali e politici, e dai grandi cambiamenti gastronomici.

    Una serata come lo spaccato di un'epoca, ricca di novità gastronomiche e di annotazioni sociali, per scoprire come si riceveva e cosa si mangiava nell’Europa del buon gusto, caratterizzata da un romanticismo fatto di raffinatezza, garbo, galanteria e non solo! 

 

 

Le «Viale dei Canti» de Paris en caractère Tallone

Ici, l'article paru sur LE MONDE, 1er août  2016.

Ici, le vidéo de la réalisation pas à pas du Viale dei Canti en caractère Tallone.

Le mur de l'Hôtel de Galliffet, maison de l'Institut Italien de Culture, se transforme en oeuvre d'art (photos ici).

   À partir du 26 mai 2016, les vers du célèbre poème de Giacomo Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dell'Asia, et quatre compositions lyriques des poètes Alfonso Gatto, Leonardo Sinisgalli, Lorenzo Calogero et Bartolo Cattafi seront gravés en caractère Tallone sur le mur de l'Hôtel Galliffet, qui côtoie l'entrée sur la rue de Grenelle.

   Giuseppe Caccavale réalisera cette oeuvre d'art en collaboration avec ses anciens élèves de l'École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs de Paris, en employant l'ancienne technique d'art mural du «spolvero». Exceptionnellement, il utilisera pour l'occasion les caractère Tallone dessinés par l'éditeur Alberto Tallone, gravés à la main par Charles Malin à Paris et fondus par Radiguer.

   Dotation exclusive de la Maison d'Edition Tallone, il a été concédé par Enrico Tallone à l'Institut pour le Viale dei Canti, en tant que symbol du style italien et trait-d'union entre l'Italie et la France. Ce caractère, dans ces formes, tend à résumer tous les grands classiques, dans leurs mérites et leurs emplois, depuis le Garamond et le Fournier, jusqu'au Bodoni de Parme et au Didot. A travers ce caractère, Alberto Tallone voulut créer un Elzévir privé de toute fioriture, qui donnat des pages blondes, unies, où rien ne fît distraire l'oeil entre le signe et la pensée des grands écrivains.

   Pour accompagner le visiteur dans ce voyage à travers l'art et le temps, le compositeur Stefano Gervasoni insérera dans le mur un « sillon sonore » avec la voix de la mezzo soprano Monica Bacelli.

 

 

Page 1 of 5